Brescello, porno ricatto su WhatsApp: denunciato un 18enne

Un 40enne reggiano è caduto nella trappola di un giovane di Macerata che gli ha estorto oltre 8mila euro fingendosi una donna

BRESCELLO (Reggio Emilia) – Si è iscritto a un gruppo WhatsApp di incontri intrattenendo una relazione virtuale con quella che credeva essere una donna e con la quale, nel tempo, si è scambiato foto intime che lo ritraevano nudo. E’ caduto nella trappola: ha incominciato a ricevere minacce circa la diffusione a parenti ed amici sui social di quelle foto.

Per questo motivo un 40enne reggiano inizialmente ha subito il ricatto pagando a più riprese importi da 50/100 euro. Ben 146 pagamenti sono stati effettuati dal malcapitato 40enne per un importo complessivo di oltre 8.000 euro. Ovviamente i ricatti non sono terminati ed a questo punto l’uomo, ascoltando i consigli dei suoi familiari, ha trovato la forza di rivolgersi ai carabinieri di Brescello che, dopo averlo tranquillizzato, hanno iniziato ad indagare risalendo al ricattatore.

Non si trattava di una donna, come erroneamente ritenuto dalla stessa vittima, ma di un 18enne maceratese ora finito nei guai. Con l’accusa di estorsione continuata, infatti, i carabinieri della stazione di Brescello hanno denunciato alla Procura reggiana un 18enne della provincia di Macerata che era l’autore del porno ricatto.