In tanti a sport e scuola, il ruolo dei mass media

Il seminario, organizzato da Ordine dei Giornalisti e Fondazione Giornalisti dell’Emilia-Romagna, si è tenuto nella sala convegni di Unindustria

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ stato un successo il seminario di formazione per giornalisti “Sport e scuola, il ruolo dei mass media”, che si è tenuto nella sala convegni di Unindustria Reggio Emilia. Organizzato da Ordine dei Giornalisti e Fondazione Giornalisti dell’Emilia-Romagna in collaborazione con l’Associazione Stampa Reggiana Gino Bedeschi, Coni, Panathlon Club e Unindustria, il seminario è stato condotto brillantemente da Giorgio Martino, ex telecronista Rai.

Martino ha dato la parola ai diversi prestigiosi relatori che hanno trattato del rapporto tra sport e scuola e del ruolo dei mass media. Hanno aperto il convegno per un saluto il direttore di Unindustria Reggio Emilia, Filippo Di Gregorio, il sottosegretario alla presidenza della Regione Emilia Romagna, Giammaria Manghi, il presidente dell’Associazione Stampa Reggiana Gino Bedeschi, Giuseppe Adriamo Rossi.
Si è iniziato con Umberto Suprani, presidente Coni Regionale, che ha trattato de

“L’impegno del Coni a favore dello sport nella scuola”, e con Giorgio Dainese, vicepresidente internazionale Panathlon, che ha parlato del “Panathlon, un club service a servizio dello sport”. “Il rapporto tra sport e scuola” è stato affrontato da Barbara Montermini, docente dell’Istituto Einaudi di Correggio. Al “Ruolo della carta stampata” ha pensato Giuseppe Tassi, ex direttore di Qs, e al “Ruolo della televisione” Filippo Grassia, giornalista Rai.

E’ intervenuto quindi Ivano Vacondio, presidente Federalimentare, ex calciatore ed ex allenatore, che ha raccontato la sua esperienza in campo. Il convegno è stato realizzato grazie al contributo  di Unindustia, Grissin Bon e Consorzio Parmigiano Reggiano.

Più informazioni su