San Martino in Rio, botte all’ex fidanzata per avere i soldi: denunciato

Tentata estorsione è l’accusa mossa dai carabinieri a un operaio 25enne di Correggio

SAN MARTINO IN RIO (Reggio Emilia) – Botte all’ex fidanzata per avere 8mila euro: denunciato dai carabinieri. Tentata estorsione è l’accusa mossa dai carabinieri di San Martino in Rio a un operaio 25enne abitante a Correggio.

E’ successo lo scorso 27 febbraio quando, poco dopo le 13, i carabinieri di San Martino in Rio sono intervenuti in un’abitazione in seguito ad alcune segnalazioni giunte al 112 che riferivano di aver sentito le urla di una donna. “Ho avuto una lite verbale con il mio ex fidanzato”. Queste le parola della donna, una 30enne del paese, che ha voluto minimizzare l’accaduto congedando i carabinieri.

Dopo nemmeno un’ora i militari sono dovuti intervenire di nuovo e, ancora una volta, la donna ha minimizzato. Questa volta, però, i carabinieri non hanno lasciato perdere e hanno iniziato ad indagare sulla vicenda scoprendo un quadro diverso rispetto a quello rappresentato dalla donna.

Hanno scoperto che l’ex fidanzato aveva chiesto alla donna 8.000 euro che gli servivano per consentire alla madre di acquistare una casa e, quando la giovane non glieli ha concessi, l’ha aggredita sferrandole dei calci alla schiena. A quel punto il 25enne è stato denunciato per tentata estorsione.