Salati corteggia i “Leoni di Reggio”: “Aiutatemi a scrivere il programma”

Il candidato del centrodestra chiede aiuto al gruppo Facebook che cinque anni fa aveva supportato Vecchi. Loro rispondono: "Grazie per la stima. Ci pensiamo..."

REGGIO EMILIA – Un programma elettorale “da leoni”. E’ quello che ha in mente Roberto Salati, candidato a sindaco di Reggio Emilia per la coalizione di centrodestra a trazione leghista che annuncia su Facebook: “Ho deciso di prendere una decisione di rottura con il passato. Ho chiesto ai Leoni di Reggio, da sempre attenti a cio’ che accade in citta’, di far parte della squadra per la stesura del mio programma”.

Al comitato civico “custode” delle tradizioni storiche reggiane Salati indirizza anche una missiva, pubblicata sul gruppo dei Leoni, che cinque anni fa si erano pero’ schierati con una lista tra i sostenitori dell’attuale sindaco (ricandidato alle amministrative di maggio) Luca Vecchi.

“La vostra passione per la storia non vi impedisce di avere uno sguardo attento sul presente. Leggendovi ho imparato molto e vi ringrazio perche’ tenete viva la nostra memoria collettiva”, scrive il candidato. “Qualche settimana fa – aggiunge – mi avete sollecitato sul tema della sicurezza e del degrado: vi confermo che nel mio programma ci sara’ un pacchetto di proposte concrete ed efficaci che ci restituiranno una citta’ piu’ tranquilla e sicura”. E ancora: “Ho apprezzato la vostra proposta di rimettere il nostro bellissimo stemma al centro della vita cittadina. La campagna elettorale troppo spesso si riduce alla ricerca del consenso e dei voti, mentre invece dovrebbe essere la condivisione di idee e di progetti per la nostra citta’”.

Dunque continua Salati, “vi chiedo di aiutarmi, come lo sto chiedendo in questi giorni a tanti cittadini che mi sottopongono problemi e soluzioni per migliorare la nostra citta’. I partiti dicono che bisogna scrivere il programma elettorale, io da cittadino preferisco dire che dobbiamo scrivere insieme una nuova pagina per la nostra citta’”. E penso “che con la vostra passione, con il vostro amore per Reggio e soprattutto con le vostre idee possiamo guardare al futuro con fiducia, senza dimenticare le nostre radici”.

In calce alla “missiva” la risposta dei Leoni: “Grazie per la stima. Ci pensiamo…”.