Novellara e Poviglio, clandestini in nero in aziende agricole

I due imprenditori agricoli sono stati multati e uno di loro è stato anche denunciato. Le attività sono state sospese

REGGIO EMILIA – I carabinieri, in seguito a controlli giovedì mattina in due aziende agricole di Novellara e Poviglio, hanno trovato tre clandestini che lavoravano in nero. Nei guai sono finiti un agricoltore 53enne residente a Novellara, titolare dell’azienda dove sono stati individuati due lavoratori su due impiegati, entrambi clandestini, e un agricoltore 41enne residente a Poviglio nella cui azienda impiegava 1 lavoratore in nero su 1 assunto.

L’attività aziendale di Novellara è stata immediatamente sospesa dagli operanti che hanno saznionato l’imprenditore con una multa da 10.000 euro. L’uomo è stato anche denunciato per occupazione di manodopera clandestina. L’imprenditore agricolo di Poviglio, invece, è stato sanzionato con una multa da 4mila euro. Ora la ripresa delle due attività dipenderà dagli imprenditori che dovranno regolarizzare i dipendenti impiegati in nero e pagare la maxi multa.