Iren, la Rubertelli: “A Reggio continuano le porte girevoli”

Il candidato sindaco di Alleanza Civica: "Per le nomine del Cda potevano aspettare le amministrative"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “A Reggio Emilia, si sa, la prassi delle porte girevoli e’ in voga da lungo tempo. E continua a resistere”. E’ il commento di Cinzia Rubertelli, candidata a sindaco di Reggio Emilia sostenuta dalla lista Alleanza civica, sulle liste dei candidati nel Consiglio di amministrazione di Iren, 15 dei quali saranno eletti il prossimo 22 maggio.

“Succede cosi’ che, a ridosso delle elezioni amministrative nel Comune il cooperatore, ex consigliere comunale Pds Moris Ferretti, figlio dell’ex vicesindaco della citta’, venga designato vicepresidente Iren e che Francesca Grasselli, sorella di un assessore della giunta Delrio, venga reclutata nel cda”.

Non “ce ne vogliano gli interessati, non c’e’ nulla di personale, ma ancora una volta il Pd non perde l’occasione di arraffare poltrone pubbliche senza almeno attendere il passaggio di una investitura politica che passi dalle imminenti elezioni”, commenta Rubertelli.

“Tutto legittimo – puntualizza la civica – ma il messaggio dato all’opinione pubblica e’ quello di un partito che tenta di limitare i danni dei propri insuccessi politici piuttosto che prendersi cura degli interessi dei cittadini che sono poi chiamati a pagare le onerosissime tariffe Iren”.

Più informazioni su