Gualtieri, dopo l’incidente picchia i carabinieri: arrestata

Una 27enne è andata in escandescenze dopo un incidente in cui è andata a sbattere contro un impianto del gas metano interrompendo la fornitura ai residenti

GUALTIERI (Reggio Emilia) – Prima si schianta con l’auto, poi offende i sanitari intervenuti per soccorerla, sputa e aggredisce i carabinieri giunti sul posto per i rilievi del sinistro.

Era insomma una furia una ragazza di 27 anni residente nel ravennate, che alla fine e’ stata arrestata e accusata di violenza. E’ successo ieri sera a Gualtieri dove la giovane e’ andata a sbattere contro un impianto del gas metano interrompendo tra l’altro la fornitura dei residenti di un’abitazione e rendendo necessario l’intervento di tecnici specializzati per mettere l’area in sicurezza.

Come se non bastasse la giovane ha poi dato in escandenze davanti al proprio mezzo incidentato. Bersaglio di insulti e minacce, sono stati il personale medico intervenuto e anche i carabinieri della stazione di Luzzara, il cui capo pattuglia e’ stato colpito con calci e pugni e ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. La donna e’ stata arrestata: si trova ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida prevista per domani.