Il dirigente Magnani ha querelato la capogruppo del M5S

Il pm ha deciso l'archiviazione, per quel che riguarda la denuncia nei confronti di Alessandra Guatteri, ma l'architetto si è opposto. Udienza il 23 maggio

REGGIO EMILIA – Il dirigente del Comune di Reggio Emilia Massimo Magnani ha querelato la capogruppo del Movimento 5 stelle Alessandra Guatteri. Lo comunica la diretta interessata che ha appreso la notizia solo ieri pomeriggio, quando le e’ stato recapitato un decreto di citazione in tribunale. Questo perché, secondo quanto risulterebbe dall’atto, il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione relativamente alla querela presentata da Magnani, ma il dirigente comunale si è opposto.

Il motivo specifico della querela non e’ noto perche’ l’atto, spiega la consigliera, riguarda in realta’ l’opposizione del dirigente, a capo dell’area Competitivita’ e i cui progetti sono spesso finiti nel mirino dei pentastellati – dal park Vittoria al mercato coperto – alla richiesta di archiviazione avanzata dal pubblico ministero. Il Gip ha fissato l’udienza in Camera di Consiglio il 23 maggio, data fatidica per Guatteri che e’ in corsa nelle elezioni europee e a tre giorni dal voto amministrativo di Reggio Emilia.

La 5 stelle, con la consueta trasparenza, informa: “Ho immediatamente avvertito lo staff del Movimento 5 Stelle di quanto accaduto e mi sono informata tramite il mio legale di fiducia della linea da assumere”. Il codice etico del movimento “non prevede sospensioni per denunce relative a reati d’opinione ed ho massima fiducia nell’operato della magistratura dove dimostrero’ la totale trasparenza della mia azione politica”.

Oggi la capogruppo andrà in tribunale “per assumere informazioni relative alla querela avanzata nei miei confronti dall’architetto Massimo Magnani”. Il dirigente comunale e’ rappresentato dall’avvocato Paolo Coli. Il giudice e’ Giovanni Ghini.