Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Def, Tria: “L’Iva aumenterà”. Altolà di Salvini e Di Maio

"La legislazione vigente in materia fiscale è confermata in attesa di definire misure alternative", ha detto il ministro ascoltato dalle commissioni Bilancio di Camera e Senato. Leader M5s: "Con noi al governo nessun aumento". Salvini: "Al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Scontro sull’Iva tra il ministro dell’Economia Giovanni Tria e i due vicepremier Di Maio e Salvini. Per Tria, ascoltato davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, “l’aumento Iva è confermato in attesa di misure alternative” mentre per il vicepremier M5s “con questo governo non ci sarà nessun aumento dell’Iva, deve essere chiaro. Finché il M5S sarà al governo non ci sarà nessun aumento dell’Iva, al contrario. L’obiettivo è ridurre il carico fiscale su famiglie e imprese. Serve la volontà politica. Noi ce l’abbiamo. Mi auguro ce l’abbiano anche gli altri. Fermo restando che ci sono già soluzioni sul tavolo volte ad evitare un aumento”.

Altolà al ministro dell’Economia sull’Iva anche del Carroccio con il suo leader, Matteo Salvini. “L’iva non aumenterà. Punto. Questo è il nostro impegno – ha affermato in una nota il vicepremier leghista Matteo Salvini -. Siamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle come hanno fatto gli altri governi”. “Le idee ce le abbiamo già chiare. Il ministro dell’Economia da sempre deve avere nella prudenza la sua dote migliore, noi stimoleremo un po’ di coraggio”, aggiunge.

“Mi dispiace per Tria, ma il l’aumento dell’Iva non è nel contratto di governo, e di conseguenza il ministro del Tesoro trovi i fondi necessari per non farla aumentare”, ha detto il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio a margine della presentazione della campagna di comunicazione “Verde Latte Rosso”, presentata oggi a Roma. “Abbiamo trovato i fondi per il reddito di cittadinanza, Tria trovi i fondi per non fare aumentare l’Iva. Lo dico a lui e ai colleghi del Movimento 5 Stelle”.

Intervengono anche gli industriali sull’aumento dell’imposta sul valore aggiunto: “È evidente che l’Iva aumenterà se non si fa nulla, è scritto nel Def – sottolinea il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia -. Bisogna vedere come pensano di evitare le clausole di salvaguardia. Quello che chiediamo e che ci preme – ha detto – è una riforma fiscale complessiva che sostenga realmente il mondo economico, che punti allo sviluppo”.

 

Più informazioni su