Casalgrande, devastata la sede della lista civica che sostiene Daviddi foto

Ignoti hanno messo a soqquadro, nella notte, i locali di via Gramsci che ospitano "Noi per Casalgrande" formata dal fuoriuscito dal Pd e che ha come capolista l'ex vicesindaco Cassinadri

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Ignoti vandali hanno danneggiato, nella notte, la sede in via Gramsci del comitato elettorale “Noi per Casalgrande”, la lista civica che sostiene Giuseppe Daviddi come candidato sindaco che ha, come capolista, l’ex vicesindaco Marco Cassinadri che, poche settimane fa, ha lasciato il suo ruolo dopo mesi di polemiche interne con il Pd.

I vandali sono entrati, hanno spaccato un vetro con un tombino preso della strada e hanno messo a soqquadro i locali, rubando anche un televisore a 55 pollici. Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione locale. Purtroppo nella zona non ci sono videocamere di sorveglianza che possano aiutare a risalire agli autori del gesto.

Come detto il capolista della lista civica che sostiene Daviddi è Marco Cassinadri. Dopo le sue dimissioni da vicesindaco è arrivato il corteggiamento da parte del gruppo di Daviddi, a propria volta uscito dalla maggioranza, dove rappresentava una formazione civica, anche lui in polemica sempre con Vaccari.

La competizione nel comune ceramico è serrata. Con la lista “Noi per Casalgrande” sono ben 6 formazioni già sicure di correre. Noi per Casalgrande nasce, almeno per quanto riguarda il candidato Daviddi, ex consigliere comunale del Pd, come reazione alle scelte del Pd e guarderà anche a una parte di quel bacino elettorale. Come Cassinadri anche Daviddi non aveva gradito la scelta del Partito Democratico di ricandidare il sindaco uscente Alberto Vaccari.