Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Banche, c’è l’accordo sui rimborsi

"Scudo" per i funzionari e subito il decreto attuativo per le erogazioni

REGGIO EMILIA – Blindare i rimborsi ai risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie. E subito dopo emanare il decreto attuativo che dia il via alle erogazioni. E’ il meccanismo su cui – a quanto si apprende – sarebbe stata raggiunta un’intesa nel governo, in vista del Cdm annunciato dal premier Conte per domani. In questo modo si garantirebbero i funzionari del ministero dell’Economia rispetto al rischio di procedimenti davanti alla Corte dei Conti.

I testi per rendere operativo il Fondo di indennizzo dei risparmiatori (Fir) sono da ieri sera alla Presidenza del Consiglio per approvazione nell’ambito del decreto sulle misure di rilancio della crescita economica, che sarà oggetto della riunione del Consiglio dei ministri in programma domani. Lo fanno sapere fonti del Mef.

Sulle accuse di favoritismo alla sua collaboratrice il ministro dice di aver “subito un attacco spazzatura sul piano personale. Le cose possono apparire molto diverse a seconda di come si presentano”, e lamenta “violazioni della privacy. Mi chiedo – osserva – chi è che passa ai giornalisti queste cose”. Tria respinge comunque qualunque ipotesi di dimissioni: “Sciocchezze. Se andassi via dovremmo vedere quale sarebbe la reazione dei mercati”.