Zona stazione, sequestrato alloggio prostitute

L'immobile di via Paradisi era regolarmente affittato a una 40enne cinese

REGGIO EMILIA – La Polizia ha messo oggi sotto sequestro preventivo un appartamento nella zona della stazione di Reggio Emilia dove giovani donne cinesi si prostituivano. L’appartamento, in via Paradisi numero 8, risulta essere regolarmente affittato ad una donna cinese di 40 anni da parte del proprietario dell’immobile, una societa’ con sede in citta’.

I locali, al terzo piano della palazzina erano stati suddivisi in vani: all’interno sono stati trovati i giacigli, profilattici e altri oggetti riconducibili all’attivita’ di prostituzione. I sigilli sono stati affissi dopo un lungo appostamento durante il quale, venerdi’ scorso, gli agenti hanno identificato tre clienti e le donne che li ricevevano.

Il provvedimento e’ stato disposto dal questore Antonio Sbordone che ha deciso di rafforzare la vigilanza nel quartiere “caldo” della stazione storica. Tra le ipotesi di reato quella di favoreggiamento della prostituzione.