Via del Burracchione, coppia trova cadavere nel greto del Crostolo

I due stavano facendo una passeggiata quando hanno visto il corpo senza vita di un uomo con la faccia rivolta verso l'acqua

REGGIO EMILIA – Il cadavere di un uomo di 51 anni reggiano, residente nella zona, è stato trovato, oggi poco dopo le 17,30, circa a metà di un sentiero laterale di via del Burracchione, la strada che porta da Canali a Rivalta.

Il corpo è stato trovato, riverso nel Crostolo con la faccia rivolta verso l’acqua, da una coppia che faceva una passeggiata nella zona. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Reggio.

Verso le 20,30 il cadavere è stato recuperato dai vigili del fuoco. Il corpo, su cui non sono stati trovati segni di violenza, è quello di un uomo che, probabilmente, si è tolto la vita anche perché, a quanto pare, non è la prima volta che si allontanava da casa.

Per compiere il gesto estremo il 51enne ha scelto un bosco che porta verso il greto del Crostolo sul sentiero, piuttosto frequentato da chi passeggia, che porta alla vasca di Corbelli all’altezza della scritta Metanodotto.