Vaccini, in materne e asili in regola il 97 per cento

I dati li ha forniti l'assessore Curioni. Quelli non vaccinati, circa 200, non sarebbero figli di no vax, ma piccini che avrebbero dei problemi relativamente alle immunizzazioni

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Non ci sono situazioni di particolare criticita’” nelle scuole reggiane del sistema 0-6 anni, dove il 97% dei 6.400 neonati e bambini che frequentano gli asili nido e le scuole dell’infanzia sono stati vaccinati. Lo afferma questa sera in consiglio comunale l’assessore alla Scuola di Reggio Emilia Raffaella Curioni, in risposta ad un’interrogazione del Pd sul tema dell’obbligo vaccinale. I bambini non vaccinati, circa 200, non sarebbero figli di no vax, ma piccini che avrebbero dei problemi relativamente alle immunizzazioni.

Un fronte – quello dell’applicazione della legge 119 del 2017 – “dove in questi mesi un po’ caotici, si sono registrate posizioni discordanti anche all’interno dello stesso Governo”, sottolinea l’assessore. “Ma la posizione di questa Regione e di questo Comune e’ stata molto chiara: noi, pur nell’attenzione all’equilibrio tra il diritto all’istruzione e quello alla salute abbiamo cercato di far rispettare questo obbligo, e penso che la comunita’ e l’azienda sanitaria nella sua azione informativa, abbiano risposto molto bene”.

Da due anni, aggiunge Curioni, “noi abbiamo avviato dei colloqui con le famiglie, riscontrando non tanto persone contrarie alle vaccinazioni, quanto molta disinformazione. Anche in queste ore stiamo controllando le autocertificazioni presentate dalle famiglie, che gradualmente si stanno trasformando in dichiarazioni dell’operatore sanitario”. Per il prossimo anno scolastico, conclude l’esponente della giunta, “forniremo all’Ausl le liste dei bambini che frequenteranno per iniziare per tempo i controlli”.

Più informazioni su