Torna il festival legalità della Provincia

Una serie di eventi dal primo al sei aprile per sfatare i falsi miti della 'ndrangheta

REGGIO EMILIA – E’ la decostruzione dei miti mafiosi (come quello che le organizzazioni criminali creano lavoro o del falso rispetto per donne e bambini) il tema dell’edizione 2019 del festival della legalita’ “Noicontrolemafie”, organizzato ogni anno dalla Provincia di Reggio Emilia. La manifestazione si svolgera’ quest’anno dall’1 al 6 aprile in 18 Comuni.

Come di consueto gli eventi in cartellone, coordinati dall’esperto di mafie Antonio Nicaso come direttore scientifico, sono rivolti soprattutto agli studenti delle scuole superiori. Ospite d’onore sara’ come nelle passate edizioni il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri.

“Alla luce delle ultime vicende (come l’inchiesta della Dda di Venezia contro la cosca Grande Aracri dei giorni scorsi, ndr) riteniamo ancora di piu’ necessario tenere alta l’attenzione su questi temi, focalizzandoci sulla mitologia mafiosa che in realta’ diventa uno strumento per inquinare i territori dove le organizzazioni criminali decidono di insediarsi”, spiega il presidente della Provincia Giorgio Zanni, a margine di un’iniziativa sulla legalita’ in municipio.