Reggio Emilia, dove andare nel fine settimana

Gli appuntamenti in città e in provincia di venerdì, sabato e domenica

REGGIO EMILIA – Fine settimana ricco di appuntamenti in città e provincia. Pubblichiamo un elenco dei principali eventi ricordandovi che la data di pubblicazione è quella di venerdì 29 marzo e che gli eventi vanno fino a domenica 31 marzo.

Città


Teatro Valli:
Serse è una delle ultime opere scritte da Georg Friedrich Händel, ed è anche una delle meno rappresentate del panorama barocco, già di per sé molto raramente considerato, almeno in Italia: a Reggio Emilia, prima d’ora, non è mai andato in scena. La nuova produzione a firma Fondazione I Teatri, con Teatro Comunale di Modena e Fondazione I Teatri di Piacenza e Fondazione Ravenna Manifestazioni, debutta venerdì 29 marzo (ore 20.00) e domenica 31 marzo (ore 15.30) al Teatro Municipale Valli.

Teatro Cavallerizza: Robert Schumann e Maurizio Baglini, ovvero il compositore anticonformista per eccellenza e un autentico spirito libero della musica di oggi. Il pianista Maurizio Baglini, che vanta una brillante carriera come solista, camerista, didatta e direttore artistico, sabato 30 marzo alle 18 al Teatro Cavallerizza, presenta il primo dei tre concerti-lezione dal titolo Progetto Schumann / Tra giovinezza e trasgressione, durante il quale eseguirà, di Schumann, le Davidsbündlertänze op. 6 e Carnaval op. 9.

Teatro Piccolo Orologio: “Maleducazione Transiberiana. Un lungo viaggio nella sconfinata terra della pedagogia dell’infanzia”, produzione del Teatro Franco Parenti di Milano, andrà in scena, al Teatro Piccolo Orologio di Reggio Emilia, sabato 30 marzo alle ore 21.00. La drammaturgia è di Davide Carnervali, uno dei giovani drammaturghi più interessanti nel panorama italiano contemporaneo ed europeo – già tradotto in varie lingue e qui al suo debutto come regista –, e vedrà in scena Federico Manfredi, Fabrizio Martorelli, Silvia Giulia Mendola.

Fonderia: andrà in scena sabato 30 (ore 21) e domenica 31 marzo (ore 18.30) alla Fonderia lo spettacolo di danza e teatro del Collettivo EidosDanza “Traduzioni dell’anima”, frutto della collaborazione della coreografa Elisa Davoli con la scrittrice Jarmila Očkayová. Nato da un’idea di Marina Blasi ed Elisa Davoli sotto la regia di Ilaria Carmeli.

Chiostri di San Pietro: sabato e domenica, dalle 10 alle 19, i cinquecenteschi Chiostri benedettini di San Pietro saranno aperti al pubblico. Sarà possibile ammirare gli spazi restaurati e riqualificati del complesso monumentale, che mostra la cifra architettonica di Giulio Romano, e la mostra “Chiostri Benedettini di San Pietro a Reggio Emilia.

Fiere: Alle Fiere di Mancasale, in via Filangieri, torna la Mostra Scambio. Sabato e domenica è in programma la 39esima edizione della manifestazione che ogni anno richiama a Reggio migliaia di partecipanti. Saranno 1.600 gli espositori da tutto il mondo per l’evento targato Camer Club, che l’anno scorso aveva registrato 36mila visitatori. Acquistando i biglietti on line sul sito www.camerclub.it si avrà diritto ad un ingresso riservato, saltando la fila alle casse-

Provincia


Gattatico, Fuori Orario
: sabato 30 marzo, al Fuori Orario, “We Love Indie”. il meglio e il peggio della musica Indie.

S. Ilario: la stagione del Piccolo Teatro in Piazza di Sant’Ilario si chiude venerdì (ore 21) con un intenso monologo dedicato all’italiano che salvò migliaia ebrei nell’Ungheria occupata dai nazisti. Un racconto affascinante e commovente. “Perlasca, il coraggio di dire no” racconta di un uomo semplice e normale che, nella Budapest del 1944, affronta la morte ogni giorno, si trova faccia a faccia con Adolf Eichmann, si spaccia per Console spagnolo: solo e unicamente perché sceglie di salvare la vita a molte persone.

San Polo: Domani, al circolo Arci Pontenovo in via Pontenovo 1 a San Polo, arriva il “Grigliatone”: a partire dalle 20 si va in tavola con l’aperitivo di benvenuto. A seguire grigliata mista con carne di galletto, salsicce, puntine e patatine fritte. Per finire, torte e bevande, al costo di 20 euro. Durante la serata ci sarà un piacevole intrattenimento musicale dalle sonorità latino-americane. L’evento è organizzato con il patrocinio del comune di San Polo d’Enza. È gradita la prenotazione: per informazioni telefonare al 392-5925261.

Cavriago: domenica 31 marzo arriva la Fiera del Bue Grasso a Cavriago. Giunta alla 215^ edizione, vedrà il taglio del nastro alla presenza delle autorità alle 11,15 in piazza Zanti, accompagnato dall’esibizione delle majorettes “Le stelle dell’Emilia” di Rubiera. Organizzata dal Comune di Cavriago insieme alla Proloco, la fiera si svolge lungo le vie e le piazze principali del centro con diverse iniziative volte a valorizzare le nostre tradizioni, l’enogastronomia e l’artigianato.

Casalgrande: una tortellata in compagna per sostenere il Core, il centro onco-ematologico di Reggio Emilia. Si terrà domani all’oratorio di Salvaterra di Casalgrande, in via Primo Maggio, a partire dalle 20. Il menù prevede aperitivo di benvenuto, antipasto, tris di tortelli, dolci, bevande e caffè al costo di 25 euro a persona per gli adulti (8 euro per i bimbi sino ai 10 anni). Per informazioni e prenotazione, telefonare ai numeri 338-9332466 oppur 333-7750303.

Scandiano: arriva a Scandiano “Il Gusto del buio”, una cena sensoriale per sensibilizzare sul tema della disabilità visiva. È in programma domenica all’enoteca Astolfo sulla Luna di Scandiano in piazza Matteo Maria Boiardo 1 di fronte alla Rocca. La cena avrà inizio alle 19.30, il prezzo è di 35 euro a persona. Info: 380-6967410.

Correggio: venerdì 29 e sabato 30 marzo (ore 21) al Teatro Asioli di Correggio saranno di scena Enzo Vetrano e Stefano Randisi interpreti di Totò e Vicé di Franco Scaldati (Palermo, 1943-2013), una coproduzione Ert e Compagnia Vetrano-Randisi con la regia degli stessi due interpreti.

Castelnovo Monti: Penultimo appuntamento della stagione 2018-2019 al Teatro Bismantova. venerdì (ore 21) sul palco di Castelnovo Monti tornano Luca Angeletti, Noemi Sferlazza, Toni Fornari, Simone Montecoro, Laura Ruocco e Roberto Mantovani, con la pièce “La casa di famiglia” regia di Augusto Fornari. È la storia di quattro fratelli caratterialmente molto diversi tra loro che hanno in comune una cosa sola: la casa di famiglia. Info: www.teatrobismantova.it.