Polo scolastico, via ai lavori entro metà aprile

Il cantiere in via F.lli Rosselli, che durerà un anno e mezzo, fa parte delle 15 opere di edilizia scolastica su cui la Provincia ha investito quasi 23 milioni di euro

REGGIO EMILIA – Iniziera’ entro la prima meta’ di aprile e durera’ circa un anno e mezzo, il cantiere del primo lotto del nuovo e atteso “polo scolastico del territorio” (Motti, Zanelli e Secchi) in via Fratelli Rosselli a Reggio Emilia. E’ una delle 15 opere comprese nel “piano marshall” sull’edilizia scolastica della Provincia, che dopo i 17 milioni assegnati alla manutenzione delle strade, ne investe altri 22,8 sul proprio “secondo asset” principale di intervento. Le risorse, derivanti da finanziamenti ministeriali e mutui con la banca europea per gli investimenti (Bei) saranno stanziate nel bilancio di previsione 2019, in approvazione il prossimo 28 marzo.

La nuova scuola di via Fratelli Rosselli, destinata ad accogliere gli studenti dell’istituto per geometri “Secchi”, e’ in dettaglio dimensionata per 500 studenti. A primo lotto concluso, avra’ a disposizione le prime 14 aule (di cui 2 di sostegno) oltre a nove laboratori e un locale museale. A servizio del polo scolastico verra’ realizzata inoltre una nuova rotatoria e riqualificata la fermata del trasporto pubblico locale.
L’intervento – da 427.000 euro – e’ finanziato da Regione e Agenzia per la Mobilita’: Comune e Provincia lavorano al progetto esecutivo.

Altra novita’ per le scuole del capoluogo riguarda quella di via Makalle’, dove sara’ costruita una nuova palestra di quasi 1500 metri quadrati. Il costo dei lavori, pari a poco piu’ di un milione, e’ sostentuto per 300.000 euro dalla societa’ sportiva di hockey su prato, che utilizzera’ l’impianto in orari extrascolastici. Ulteriori lavori riguardano infine l’adegamento sismico dell’istituto tecnico “Scaruffi-Levi” in citta’, del “Cattaneo” di Castelnovo Monti e la creazione di laboratori al “D’Arzo” di Montecchio.

I nuovi investimenti, sottolineano il presidente della Provincia Giorgio Zanni e la vice con delega alla Scuola Ilenia Malavasi, si aggiungono ai 45 milioni messi in campo dall’ente nel triennio 2015-2017, per circa 60 interventi. “Sono interventi importanti che testimoniano la volonta’ anche politica della Provincia di voler continuare a investire nei suoi principali settori di competenza e crediamo possano dare risposte cogenti rispetto alle esigenze del territorio”, commenta il presidente Zanni.