Landi Renzo, fatturato in crescita: utile di 4,5 milioni

Il cda approva il bilancio 2018. Continua a soffrire il settore del gas dato che Safe & Cec perde 3,7 milioni di euro. Previsto un piano di incentivazione per i manager che prevede l'assegnazione di azioni a titolo gratuito fino a un massimo di 4 milioni

REGGIO EMILIA – Landi Renzo, considerando solo il settore Automotive, ha chiuso il 2018 con un fatturato di 188 milioni, in crescita del 12,5% rispetto al 2017 e con un utile netto di 4,5 milioni in crescita rispetto ai 3,7 milioni di fine 2017. L’indebitamento aumenta leggermente e cresce dai 49 milioni del 2017 ai 52,9 milioni di quest’anno.

Se il settore Automotive va bene, quello del gas non altrettanto. La NewCo Safe & Cec srl ha realizzato nel 2018 un fatturato di quasi 59 milioni di euro e perdite di 3 milioni e 716mila euro. Per l’azienda “i risultati del periodo del gruppo Safe&Cec sono correlati ad alcune inefficienze iniziali tipiche di un Gruppo avviato solo alcuni mesi fa, nel quale è ancora in corso un processo di integrazione e valorizzazione delle sinergie”. In seguito a questo la partecipazione di Landi Renzo è stata svalutata di un milione e 895mila euro.

Scrive l’azienda: “Considerato l’andamento del mercato di riferimento e degli ordini in portafoglio, il gruppo per l’anno in corso si attende che i ricavi si attesteranno tra i 185 milioni e i 190 milioni di euro. I ricavi della Joint Venture del segmento Gas Distribution and Compressed Natural Gas (consolidata con il metodo del patrimonio netto) sono attesi in crescita tra i 65 e i 70 milioni”.

Il cda ha anche approvato un piano di compensi denominato “Piano di Performance Shares 2019-2021” per l’assegnazione gratuita del diritto di ricevere azioni ordinarie Landi Renzo S.p.A., in base al livello di raggiungimento e/o superamento di determinati obiettivi di performance. Il Piano si propone, tra l’altro, di premiare il raggiungimento dei target del Piano Industriale per il triennio 2019-2021, nonché incentivare l’allineamento degli interessi del management a quelli degli azionisti in un’ottica di creazione di valore in un orizzonte di medio-lungo periodo. Il Piano prevede l’attribuzione gratuita al massimo di 3 milioni e 200mila azioni che ai valori di oggi fanno circa 4 milioni e 300 mila euro.

E’ stata convocata l’Assemblea annuale degli azionisti il 29 aprile 2019, con all’ordine del giorno anche la nomina del cda e del collegio sindacale.