Inseguiti e fermati con 50 quintali di gasolio rubati

L’autocarro era stato sottratto nel modenese, mentre il gasolio in un’azienda del mantovano. I ladri sono riusciti a fuggire a piedi dopo aver abbandonato il mezzo

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Scacco ai “vampiri del greggio”: intercettati e inseguiti dai carabinieri che hanno recuperato stanotte un autocarro rubato con 30 quintali di gasolio. L’autocarro era stato sottratto nel modenese, mentre il gasolio in un’azienda del mantovano.

La banda del gasolio, che questa notte ha messo a segno un raid furtivo in un’azienda del mantovano, ha dovuto rivisitare i suoi piani fuggendo non solo a mani vuote, ma anche a piedi dato che, dopo un inseguimento a folli velocità, i ladri hanno abbandonato il mezzo dandosi alla fuga a piedi per i campi. L’allarme è scattato verso le due di notte lungo la Cispadana a Guastalla dove i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia locale hanno intercettato un autocarro sospetto che, alla vista dei militari, è fuggito.

Ne è nato un inseguimento al termine del quale i malviventi sono stati costretti ad abbandonare il Fiat Daily rubato a Mirandola, proseguendo la fuga a piedi. Sul furgone avevano circa 30 quintali di gasolio rubati in un’azienda di Pegognaga, nel mantovano. Sul mezzo i carabinieri hanno proceduto a rilevare le impronte digitali che verranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche Carabinieri di Parma per le indagini di comparazione con i soggetti pregiudicati censiti in Banca Dati.