Folla per i chiostri di San Pietro che tornano a risplendere fotogallery

Ieri il taglio del nastro dei restauri. Saranno visitabili anche oggi dalle 10 alle 19 e nuovamente sabato 30 e domenica 31 marzo

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Taglio del nastro, di fronte a centinaia di persone, ieri, per il restauro dei chiostri di San Pietro che sono stati restituiti alla città dopo un intervento di restauro durato circa un anno e curato dagli architetti Andrea e Maurizio Zamboni. All’inaugurazione erano presenti il sindaco Luca Vecchi, l’assessore Valeria Montanari e il sottosegretario alla presidenza della giunta della Regione Emilia Romagna Giammaria Manghi. Inaugurato anche il Laboratorio Aperto Urbano, l’edificio di nuova costruzione che si affaccia sul cortile esterno e sorge a pochi passi dal convento.

I chiostri saranno visitabli anche oggi (e nuovamente sabato 30 e domenica 31 marzo) dalle 10 alle 19 con accesso libero per consentire alla città di ammirare questo spazio a lungo chiuso al pubblico e di partecipare alle iniziative in programma per le giornate inaugurali.

Si potrà anche vedere l’installazione multimediale dedicata ai chiostri e alla storia benedettina che accompagna il visitatore nei nuovi spazi restaurati e propone un’immersione visiva all’interno del monastero. L’installazione, che sarà permanente all’interno del complesso, sarà presentata oggi (dalle 10 alle 12.30) con visita guidata dai curatori Carlo Baja Guarienti e Roberto Marcuccio.

Alle 15 presentazione degli esiti della maratona Local Innovation hackathon, durata ininterrottamente 24 ore. Alle 18 Hurricane start-# Ampiès, l’evento dedicato alla valorizzazione e a far conoscere le star-up reggiane La Papilla Brilla (progetto Food immersion), Buyhoop (attività in centro storico), Zdora (progetto Save the Caplèt) e il centro sociale Coviolo in Festa (Coviolo wireless).

 

Più informazioni su