Elezioni, Mdp sprona il centrosinistra su nomi nuovi

Dopo le primarie del Pd secondo il partito "serve un tavolo unitario per la discontinuità"

REGGIO EMILIA – In vista delle prossime elezioni amministrative, a Reggio Emilia Mdp chiama a raccolta le forze politiche di centrosinistra. Lo fa proponendo “un tavolo di confronto unitario, per arrivare con proposte credibili e quanto piu’ larghe possibili alle prossime elezioni, a partire dai Comuni reggiani”.

L’appello arriva dopo l’esito delle primarie reggiane del Pd, dove oltre 25.000 cittadini si sono recati a votare (incoronando a maggioranza Nicola Zingaretti). Ora, dice Mdp, “il voto in 32 Comuni della nostra provincia, insieme al voto europeo e tra pochi mesi il voto per la Regione, sono passaggi fondamentali per riprendere da subito un dialogo largo e aperto. Per proporre idee e persone nuove in grado di recuperare la fiducia dei tanti elettori che ne’ il Pd ne’ LeU, di cui siamo stati motori, sono stati in grado di rappresentare alle scorse politiche”.

Insomma “ripartiamo dall’analisi dei problemi sociali e del lavoro, dal rafforzamento del diritto alla casa e da una sanita’ pubblica di qualita’. Ripartiamo dalla necessita’ di mantenere il controllo e l’interesse pubblico nella gestione dei servizi ambientali, da trasporti pubblici di qualita’, dallo stop al consumo di suolo e dal rafforzamento dell’economia circolare. Ripartiamo con piu’ coraggio nella gestione dei servizi educativi e nella tutela dei diritti civili”.

E soprattutto, conclude Mdp, “ripartiamo con umilta’, predisposizione all’apertura e al dialogo, e volonta’ di produrre idee in discontinuita’ con la stagione neoliberista. Noi ci siamo”.