Comune, il M5S: “Via a esposti su assessore ‘ingegnere'”

Proprio il profilo incriminato - che "e' stato cancellato in queste ore", sottolineano i 5 stelle - sara' al centro dell'esposto a firma delle consigliere Alessandra Guatteri e Paola Soragni

REGGIO EMILIA – Partiranno domani gli esposti in Procura e alla Polizia postale del M5s, che a Reggio Emilia continua a martellare parlando di titoli di studio “usurpati” dall’assessore comunale all’Urbanistica Alex Pratissoli. L’esponente della giunta di Luca Vecchi – che ha a sua volta annunciato querele – compare infatti come “architetto” o “ingegnere” per 14 volte negli anni scorsi in vari documenti, tra cui appelli di partito, locandine di convegni e comunicazioni agli ordini professionali della citta’, segnalano da qualche giorno dal M5s.

Qualifiche di cui non avrebbe dovuto fregiarsi, non essendo laureato, ma in bella mostra anche sul profilo Linkedin dell’assessore, dove Pratissoli e’ definito “Ingegnere di Studio Alfa”. Proprio il profilo incriminato – che “e’ stato cancellato in queste ore”, sottolineano i 5 stelle – sara’ al centro dell’esposto a firma delle consigliere Alessandra Guatteri e Paola Soragni. “Chiederemo alla Polizia postale di verificare chi ha creato e gestito l’account Linkedin, che e’ solitamente strettamente personale. Questo perche’ in entrambi i casi ovvero sia che sia stato Pratissoli a creare l’account o che sia stato Studio Alfa srl dove l’assessore e’ socio, indicarlo come ingegnere potrebbe costituire usurpazione di titoli”.

Cioe’ il reato previsto dall’articolo 498 del codice penale, in cui incorre “chi si arroga dignita’ o gradi accademici” o vanta “una professione per la quale e’ richiesta una speciale abilitazione dello Stato”. Un illecito che, codice alla mano, e’ punito con una sanzione da 154 a 929 euro (e non e’ ammesso il pagamento in forma ridotta).