Bulletto prende a pugni coetaneo per rubargli una cassa musicale

Il 17enne è stato denunciato, insieme a un amico della stessa età, per tentata rapina

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Era su una panchina all’esterno di un supermercato, insieme ad altri due amici, e stava ascoltando musica, con una cassa bluetooth, quando è stato avvicinato da un ragazzo che prima gli ha chiesto informazioni sulla cassa e poi lo ha minacciato per averla. Spalleggiato da un suo amico il bullo ha sferrato un pugno al volto della vittima che, finita a terra, è stata presa a calci. Poi sono intervenuti alcuni loro amici e i bulli sono fuggiti.

Tornato a casa con un occhio nero il 17enne ha raccontato ai genitori l’accaduto. Prima lo hanno portato all’ospedale (per lui 15 giorni la prognosi diagnosticata) e poi sono andati dai carabinieri di Santa Croce a sporgere denuncia. I militari di via Adua hanno iniziato le indagini, analizzando i filmati delle telecamere che riprendevano l’esterno del centro commerciale dove si sono verificati i fatti.

Grazie alle immagini i militari hanno individuato i due bulli uno dei quali, un 17enne oggi in comunità, è stato riconosciuto dai carabinieri per i suoi trascorsi da bullo dato che era già stato denunciato per minacce commesse a danni di suoi coetanei. Analizzando le frequentazione del giovane i militari sono risaliti all’altro bulletto che era un suo coetaneo.

I due sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna per il reato di tentata rapina. La procura minorile ha chiesto e ottenuto dal Gip un provvedimento cautelare nei confronti del minore che è stato portato in una comunità.

Più informazioni su