Lo pestano davanti ai Petali per rapinargli cassa musicale: bulli denunciati

Tentata rapina aggravata l’accusa mossa a due 17enni dai Carabinieri. Uno ha già precedenti. La vittima è un loro coetaneo reggiano: ha 15 giorni di prognosi

REGGIO EMILIA – Brutta avventura per un ragazzo di 17 anni, aggredito, picchiato e rapinato da due coetanei davanti l’esterno del centro commerciale I Petali, in città. Grazie alle telecamere di videosorveglianza, i due bulli sono stati individuati e rintracciati dai carabinieri di Santa Croce e ora sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna per il reato di tentata rapina.
La vittima si trovava su una panchina con due amici. Ascoltava musica con una cassa bluetooth quando è stato avvicinato da un ragazzo che prima gli ha chiesto informazioni sulla cassa, per poi gliela ha strappata dietro minaccia. Spalleggiato da un secondo bullo, ha quindi sferrato un pugno al volto della vittima che finito a terra e preso a calci da entrambi. Solo l’intervento dei due amici della vittima ha fatto scappare i due baby-delinquenti.

Il 17enne, tornato a casa dolorante e con un occhio nero, ha raccontato ai genitori la rapina. Dopo un passaggio al pronto soccorso del Santa Maria Nuova per le mediazioni, (per lui 15 giorni la prognosi), la famiglia si è presentata poi dai carabinieri della stazione di Reggio- Santa Croce e ha sporto la denuncia. I militari, analizzando i filmati delle telecamere, hanno individuato uno dei bulli: ha già precedenti denuncia (formalizzate dagli stessi carabinieri di via Adua) per minacce a danni di altri suoi coetanei. Analizzando le sue frequentazione, si è risaliti all’altro bullo.