Stu Reggiane, il M5S: “Vogliamo un quadro chiaro”

La capogruppo Guatteri accusa: "Del nuovo aumento di capitale non sapevamo nulla"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un certosino accesso e lavoro sugli atti con i conti e i contratti stipulati da Stu Reggiane e la convocazione di una commissione ad hoc sulla nuova delibera che riguarda la societa’. E’ la risposta del Movimento 5 stelle di Reggio Emilia alla richiesta di aumento di capitale da 1,5 milioni avanzata dalla Stu e accordata nei giorni scorsi dalla giunta comunale.

“Dopo questa ennesima iniezione di soldi da parte di noi cittadini, soldi che non erano previsti in fase di approvazione del bilancio preventivo (cioe’ tre settimane fa) e’ assolutamente necessario fare chiarezza”, spiega la capogruppo 5 stelle in sala del Tricolore e presidente della commissione Bilancio, Alessandra Guatteri. Anche perche’ Stu Reggiane, aggiunge la consigliera, “e’ diventata il collettore di tutti i fondi pubblici in arrivo a Reggio Emilia”, tra Officine Reggiane (di cui sta curando la riqualificazione) e Bando Periferie (dedicato agli interventi sul quartiere Santa Croce sempre in mano alla societa’ di trasformazione urbana).

“Ormai da anni- conclude Guatteri- lamentiamo una totale mancanza di trasparenza e grande preoccupazione per un piano economico finanziario che, nonostante le ovvie rassicurazioni dei vertici, non ci convince per niente. Riusciamo a ricevere solo cifre a voce, riportate a memoria. Ora vogliamo avere un quadro chiaro e trasparente della situazione”.

Più informazioni su