Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Siria, ferito fotografo italiano: non è in pericolo di vita

Era nella zona di Dayr az Zor per documentare l'offensiva curdo-araba, appoggiata dagli Usa, contro l'ultima sacca di resistenza dell'Isis nel Paese

REGGIO EMILIA – Un fotografo italiano è rimasto ferito in Siria. Si tratta di Gabriele Micalizzi, 34 anni, milanese: era nella zona di Dayr az Zor per documentare l’offensiva curdo-araba, appoggiata dagli Usa, contro l’ultima sacca di resistenza dell’Isis nel Paese. L’italiano, secondo quanto si apprende da fonti informate, è ora ricoverato in un ospedale della zona, non è in pericolo di vita e sarà rimpatriato quanto prima, secondo il Rojava information center, che fa capo alle forze curdo-siriane che guidano l’offensiva anti-Isis nella zona di Baghuz, sulla riva orientale dell’Eufrate.