Quantcast

Nuova bufera sui pilomat del centro storico

Il candidato sindaco del centrodestra, Roberto Salati: "Il comandante della municipale Poma ha chiesto all'assessore Tutino delucidazioni e documenti riguardanti la chiusura di alcune strade"

REGGIO EMILIA – “A quanto pare il comandante della Polizia municipale Stefano Poma ha chiesto all’assessore Mirko Tutino delucidazioni e documenti riguardanti la chiusura tramite pilomat di alcune strade del centro, che per legge andavano lasciate libere”.

E’ il nuovo affondo che, a Reggio Emilia, arriva sugli otto nuovi dissuasori mobili installati dal Comune in centro storico. A lanciarlo e’ il candidato sindaco del centrodestra Roberto Salati, per cui “e’ importante che tutti sappiano se e’ vero. Chiediamo al comandante Stefano Poma se quanto ci e’ stato riferito da alcuni cittadini corrisponde alla verita’”.

Salati ricorda inoltre che “per i Pilomat il Comune ha speso 182.000 euro, ingessando il cuore della nostra citta’, tra disagi e problemi che hanno, ancora una volta, penalizzato i commercianti del centro”. La “nostra proposta elettorale -conclude il candidato sindaco – e’ di mettere in atto iniziative per riaprire il centro che deve tornare a vivere. Quei pilomat verranno tolti e, se non legittimi, chiederemo a chi li ha voluti di farsi carico delle spese”.