Luzzara, rissa al centro islamico: denunciati 12 pakistani

Pugni, schiaffi, calci, sedie che volavano, bastoni e un coltello fortunatamente non usato. Due feriti per una lite scoppiata per controversie legate alla gestione del centro di preghiera

LUZZARA (Reggio Emilia) – Pugni, schiaffi, calci, sedie che volavano, bastoni e un coltello fortunatamente non usato: questi gli ingredienti della lite che si è consumata, per futili motivi, nel centro di preghiera islamico di via Petrarca di Luzzara, alla fine dell’ottobre scorso,al termine della quale due persone sono rimaste ferite.

Protagonisti una dozzina di cittadini pakistani che, per dissapori relativi alla gestione del centro islamico, ancora al vaglio da parte dei carabinieri di Luzzara, se le sono date di santa ragione all’interno del centro di preghiera a margine della funzione religiosa.

Per questo motivo, al termine delle indagini, con le accuse di turbamento di funzione religiosa, lesioni personali e minacce aggravate, i militari hanno denunciato 12 cittadini pakistani tra i 18 e i 54 anni, residenti tra i comuni di Luzzara e Gualtieri. Due di loro a seguito della furibonda lite hanno riportato lesioni giudicate guaribili in 3 giorni.

Gli indagati si sono ritrovati nel centro islamico per la consueta preghiera e hanno iniziato a discutere per controversie legate alla gestione del centro di preghiera. Dalle parole sono presto passati ai fatti, generando una furibonda lite che li ha visti prendersi a calci, schiaffi e pugni. Sono volate sedie, spuntati bastoni e anche un coltello fortunatamente non usato e non trovato dai carabinieri che, successivamente intervenuti, hanno posto fine al parapiglia.