Elezioni, scontro goliardico fra De Lucia e la Ognibene

Il consigliere comunale del Pd prende in giro la candidata sindaco dei pentastellati: "E' nonna Belarda". Lei la prende con ironia: "La userò come mascotte"

REGGIO EMILIA – Parentesi goliardica nella campagna elettorale di Reggio Emilia. La innesca su Facebook il consigliere comunale del Pd Dario De Lucia apostrofando in un commento i due candidati a sindaco Roberto Salati del centrodestra e Rossella Ognibene del Movimento 5 stelle, rispettivamente “il Vacchi de noialtri” e “Nonna Belarda”.

Personaggio dei fumetti (in realta’ nonna Abelarda, ndr) che la pentastellata, dimostrando humor, annuncia che adottera’ come mascotte. “Ringrazio di cuore Dario ‘pastafariano’ De Lucia, futuro consigliere comunale d’opposizione Pd alla Giunta ‘giallo-granata’ del Movimento 5 Stelle”, dice Ognibene, evidenziando pero’ che “il consigliere Pd noto per celebrare matrimoni pastafariani con tanto di scolapasta nella Sala dove nacque il primo Tricolore, denota una certa ignoranza in materia fumettistica. Si chiama “Nonna Abelarda”, non Belarda. E gli anziani come i giovani sono una grande una risorsa della citta’”.

Quanto a lei la 5 stelle aggiunge: “Non sono nonna e non ho l’eta’ per esserlo, ma ‘Nonna Belarda’ e’ un vero e proprio idolo e da oggi sara’ la mia mascotte. Una nonnina terribile che risolve ogni problema contro tutto e tutti ed augura Ognibene a Reggio”. Il tutto corredato da una serie di vignette in cui Nonna Abelarda “rimuove e fludifica il traffico automobilistico”, salva “un’area verde dalla cementificazione delle giunte Delrio-Vecchi”, promuove “i bus gratuiti nei mesi con l’aria piu’ inquinata” e va “a caccia di ‘ndranghetisti e criminali che infestano la citta’ di Reggio”. La risposta di De Lucia? “Daje Rossella, la risposta mi piace, sono onesto”.