Elezioni, la lista “Reggio è”: “Torni l’assessore alla cultura”

REGGIO EMILIA – Tornare ad avere in giunta un assessore dedicato alla Cultura e, su questo fronte, superare lo strumento del “bandone” per passare a una logica di coprogettazione pubblico-privato e a un utilizzo piu’ coordinato e durevole degli spazi culturali cittadini. Poi una “carta di Reggio” con 10 azioni concrete contro il cambiamento climatico da attuare per le amministrazioni locali del bacino mediopadano.

Sono le proposte emerse – dopo quella degli asili nido gratuiti – dalla serata di presentazione pubblica del laboratorio civico “Reggio e'”, che si e’ svolta ieri sera a Reggio Emilia negli spazi del caffe’ letterario binario 49 di via Turri, a cui hanno partecipato circa 150 cittadini. Il progetto promosso da Lanfranco De Franco, capogruppo di Articolo 1 Mdp in Comune, si trasformera’ in una lista civica, a sostegno della ricandidatura del primo cittadino uscente Luca Vecchi.

La volonta’ dichiarata e’ di portare un contributo “autonomo, indipendente e anche critico” alla coalizione di Luca Vecchi, con l’idea “che sia necessario andare oltre le cose fatte finora”, senza negare quanto compiuto di positivo dall’amministrazione reggiana.