Quantcast

Comune, via libera in Consiglio a bilancio 2019

Tra gli investimenti tre milioni circa per la manutenzione delle strade, i 6,5 milioni per la nuova sede della Polizia locale in zona stazione (di cui 1,5 milioni erogati dalla Regione) e 100.000 euro per la nuova sede universitaria nell'immobile dell'ex seminario vescovile

REGGIO EMILIA – Nessun aumento delle imposte, nuove agevolazioni sulla tariffa rifiuti e sulle rette dei servizi educativi, e conferma degli investimenti strategici per la citta’ in corso. Il tutto, nonostante quattro milioni di minori entrate da trasferimenti statali, di cui 600.000 venuti meno per l’azzeramento dei trasferimenti ministeriali per le persone rifugiate.

E’ la panoramica del bilancio di previsione 2019 del Comune di Reggio Emilia, l’ultimo redatto sotto l’attuale amministrazione del sindaco Luca Vecchi, che dopo la presentazione lo scorso dicembre e’ stato approvato questa sera dal Consiglio comunale con 18 voti favorevoli (Pd, Articolo 1- Mdp) e 10 voti contrari (gruppo misto, Forza Italia, Alleanza civica per Reggio Emilia, M5s, Sinistra italiana). Una “manovra” che vale in totale quasi 324 milioni, di cui 157 per la parte corrente e poco meno di 95 milioni per gli investimenti nel trienno 2019-2021 (63,8 nell’anno in corso).

In evidenza nel bilancio c’e’ anche il rafforzamento della lotta all’evasione e del recupero delle entrate, mantenendo il trend in aumento che si e’ consolidato nel corso del 2018 (11,1 milioni il totale recuperato). Sul fronte delle agevolazioni per i nuclei familiari in sofferenza, si prevede la rimodulazione della partecipazione delle famiglie alle rette per la frequenza al nido d’infanzia e una posta di 100.000 euro per abbattere alcune tariffe dei servizi territoriali per anziani, ad esempio l’accoglienza nei centri diurni.

Tra i nuovi investimenti spiccano tra gli altri tre milioni circa per la manutenzione delle strade, i 6,5 milioni per la nuova sede della Polizia locale in zona stazione (di cui 1,5 milioni erogati dalla Regione) e 100.000 euro per l’adesione al progetto della nuova sede universitaria nell’immobile dell’ex seminario vescovile. Il progetto del nuovo comando in viale IV novembre e’ stato aspramente criticato nel dibattito. Per la candidata a sindaco dell’Alleanza civica Cinzia Rubertelli “non e’ una priorita’ per la citta’ e produce 5 milioni di nuovo indebitamento”.