Cavriago, muore a due anni di distanza dall’incidente

Simone Magnani, 49 anni, non ce l'ha fatta: è spirato nella sua casa dopo due anni di agonia

CAVRIAGO (Reggio Emilia) – Muore a due anni di distanza da un incidente stradale in cui persero la vita due suoi amici che erano in macchina con lui. Simone Magnani, 49 anni, dopo due anni di calvario, non ce l’ha fatta ed è spirato nella sua abitazione di Cavriago.

Il 49enne, che prima dell’incidente gestiva una falegnameria in paese, non si era mai ripreso del tutto. Dal marzo 2017 era costretto a letto e necessitava di assistenza continua.

Era la notte fra l’8 e il 9 marzo 2017 e i cinque amici di Cavriago stavano rientrando da una cena a Piacenza. All’altezza del casello di Caprara di Campegine l’Opel Zafira sulla quale viaggiavano, condotta da Gianluca Manfredi, andò a schiantarsi contro un’Audi A8 condotta da un sampolese di 51 anni e un camion guidato da un 50enne rumeno. Nello schianto morirono Gianluca Manfredi, 48 anni, che abitava in via Pozzo Piola a Cavriago ed era contitolare, insieme a Filippo Copparosa, della ditta Comagreen che faceva manutenzione del verde.

L’altro vittima fu Germano Torri che abitava in via Arduini 3 assieme alla mamma Edda Dolci, al papà Guido e al fratello Bruno. Faceva il carpentiere ed era volontario nell’associazione calcistica di Cavriago. Rimasero feriti i fratelli Simone Magnani, allora 47enne, che oggi è morto, il fratello Andrea 51 anni e Filippo Copparosa, 47 anni.