Alfonso Della Corte: quando la grinta fa la differenza

Intervista al forte portiere classe 1993 del Rolo. L’ex Bagnolese è uno dei punti di forza del gruppo di mister Pietro Ferraboschi. L’atleta: “Malivojevic è il più forte del campionato. Mi ha impressionato Lancellotti del Felino. In difesa? Casarano è da Serie D”

ROLO (Reggio Emilia) – Chi ama il calcio d’Eccellenza non può non conoscere Alfonso Della Corte, portiere di altissimo livello che milita, oramai da molto tempo, nei campionati di casa nostra. Atleta di indiscutibile valore, preparato tecnicamente: la sua grande forza però è la personalità, la comunicazione in area e la grande forza caratteriale. Trascinatore vero. L’anno scorso l’estremo difensore ha giocato col Bagnolo, da inizio stagione veste la maglia del mitico Rolo con ottimi risultati.

L’abbiamo incontrato al Bar Sport per sapere come si trova in casacca biancoceleste.

Alfonso, mister Ferraboschi ha speso parole importanti nei tuoi confronti. Complimenti.
Il mister è una persona unica. Mi piace perché, nel bene o nel male, lui ti parla con estrema chiarezza. Non lascia spazi ai dubbi. Sono molto contento, se lui è soddisfatto delle mie prestazioni vuol dire che sto facendo bene

Ferraboschi mi ha detto che la tua forza è proprio il fatto che sei piuttosto eccentrico.
Spesso la mia personalità mi aiuta a sbloccare situazioni difficili. Il portiere deve essere preparato tecnicamente, deve avere una struttura ma soprattutto deve avere il carattere per comandare in area di rigore. Questo è essenziale

Questo Rolo ha tanti giocatori con personalità importanti, proprio come piace a Ferraboschi.
Siamo tutti molto forti caratterialmente, ci sono tanti ragazzi d’esperienza e tanti giocatori di categoria che hanno dimostrato di avere determinazione da vendere. Napoli, Arati, Ziliani… Tutti ragazzi sempre collegati e reattivi

 Chi è il giocatore che maggiormente ti ha colpito in questo Rolo?
Ci sono giocatori di grande valore, ma sicuramente quello che maggiormente mi ha colpito è Casarano. Giocatore di alto livello, sia come difensore centrale che come terzino. Ha tanta qualità, secondo me è il più forte difensore del campionato

L’attaccante avversario che ti ha maggiormente impressionato?
Per movimenti e per stile di gioco Lancellotti del Felino. Non conoscevo questo giocatore, è davvero molto bravo

Il più forte giocatore del campionato?
Non ho dubbi: Milos Malivojevic. Potrebbe giocare tranquillamente due categorie sopra. Mi auguro che possa tornare presto tra i professionisti. Ha qualità incredibili. Mi piacerebbe rivederlo a Rolo, ma gli auguro di trovare spazio almeno in serie D

Parliamo del campionato. Vedo tanta qualità.
Ci sono sei o sette squadre di grande qualità. Le altre hanno una buona struttura di gioco. Ho notato che, anche le ultime in classifica, hanno delle buone potenzialità. Non è mai semplice, nemmeno contro l’ultima

L’Eccellenza è diventata più complicata del previsto.
Spesso vedo che, ottimi portieri del campionato Primavera, non trovano spazio in Eccellenza. Non è facile: inoltre il nostro è il ruolo di maggiore responsabilità. Non possiamo sbagliare nulla e per i giovani è veramente difficile

La migliore partita di Alfonso Della Corte in maglia Rolo.
Con l’Agazzanese ho salvato il risultato allo scadere. Tre punti

La peggiore?
Con la Bagnolese. Errore mio che è costato caro. Capita a tutti

Il futuro di Della Corte?
A Rolo mi trovo benissimo, sia coi compagni che con la società. Mi piacerebbe restare qui, chiaro che in futuro vorrei provare anche a salire di categoria. Mi piacerebbe provare in Serie D