Aggredisce il derubato che lo ferma dopo il furto: arrestato

Rapina impropria l’accusa mossa a un 25enne reggiano che ha derubato un 46enne. Si cerca il complice

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Un 25enne disoccupato di Reggio Emilia è stato arrestato ieri verso le 18, in piazza della Repubblica a S. Ilario, per rapina impropria perché, dopo aver consumato un furto su un’auto in sosta in località Il Moro a Parma, ignaro di esser inseguito dal derubato, un 46enne reggiano, ha raggiunto S. Ilario e ha cercato di rimpinguare il suo bottino utilizzando il bancomat della vittima. Raggiunto dal derubato, lo ha spintonato cercando di fuggire. L’arrivo sul posto di una pattuglia dei carabinieri, richiamata dalle urla del derubato, ha permesso di bloccare il malvivente che è finito in manette. Il complice che era con lui, tuttavia, è riuscito a fuggire.

Nell’auto del 25enne, una Fiat Panda parcheggiata nelle vicinanze, sono stati trovati i beni sottratti al derubato (uno smartphone, un bomber e il portafogli con ancora all’interno la patente di guida e 60 euro in contanti). Dal portafoglio mancavano due bancomat uno dei quali, trovato a terra nei pressi dell’istituto di credito Banco Popolare, dove il complice del fermato, fuggito con l’altro bancomat, aveva cercato di prelevare i soldi. Questa mattina il 25enne è comparso davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse a lui contestate. Le indagini proseguono per identificare il complice riuscito a fuggire.