Trovato nel Po il cadavere della donna indiana scomparsa

Il corpo di Paola Singh, la trentenne di origini indiane sparita dalla sua casa di Campagnola nella notte fra domenica 23 e lunedì 24 dicembre, è stato rinvenuto a San Benedetto (Mantova)

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – E’ stata trovata senza vita Paola Singh, la trentenne di origini indiane sparita dalla sua casa di Campagnola nella notte fra domenica 23 e lunedì 24 dicembre. Il suo corpo senza vita è stato rinvenuto nel Po a San Benedetto (Mantova). E’ stato un pescatore a trovarlo arenato su un banco di sabbia.

L’auto della donna era stata trovata, la vigilia della notte di Natale, vicino al ponte che collega Motteggiana con Borgoforte, in provincia di Mantova, con il motore acceso. Sull’auto erano stati trovati il portafoglio e il cellulare della donna.

Si è subito pensato che potesse aver compiuto un gesto estremo gettandosi nelle acque del Po. Vigili del fuoco e carabinieri erano subito stati impegnati nelle ricerche. Probabilmente sarà necessaria l’autopsia, utile a chiarire la causa della morte.