Tecton, la Guatteri: “Sono regolari i pagamenti del Comune?”

Il capogruppo del M5S vuole sapere "quanti appalti sono in essere tra Tecton ed il Comune di Reggio Emilia e le sue partecipate"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “La situazione di Tecton merita una particolare attenzione perché si vogliono scongiurare ricadute sulla cooperativa, suoi suoi lavoratori e su tutto il tessuto sociale reggiano”. Lo scrive il capogruppo del M5S, Alessandra Guatteri, che aggiunge: “Non deve accadere di nuovo una crisi del sistema cooperativo del settore edile; già troppi sono stati i danni a molte famiglie e vorremmo fare ogni azione necessaria perché tale pericolo sia scongiurato”.

La Guatteri, dal momento che il presidente di Tecton ha dichiarato che le tensioni sulla liquidità sono state causate da ritardi nei pagamenti soprattutto da parte di pubbliche amministrazioni, ha presentato un accesso agli atti perché vuole sapere “quanti appalti sono in essere tra Tecton ed il Comune di Reggio Emilia e le sue partecipate, quale è il loro valore e se i pagamenti da parte del Comune e delle sue partecipate sono stati effettuati regolarmente. Vogliamo anche capire se ci sono pagamenti arretrati da parte del Comune o delle sue partecipate per appalti eseguiti negli ultimi due anni”.

Conclude la Guatteri: “Inoltre, visto che Tecton, in ATI con altre imprese si è aggiudicata l’appalto per l’esecuzione dei lavori ai Chiostri di San Pietro che continuano, tra l’altro, a suscitare enormi perplessità, ieri abbiamo presentato un’interrogazione per sapere qual è lo stato di avanzamento dei lavori in corso ai Chiostri di San Pietro e se tale stato coincida con il cronoprogramma previsto dal progetto e quali lavori sono stata affidati a Tecton e se Tecton li conduce direttamente o tramite subappalto, nel qual caso si chiede chi siano la ditte subappaltatrici”.

Più informazioni su