Stop a festa Casapound, arriva il flash mob a favore del pub

L'evento e' fissato per le 21 di domani davanti alla Divina Commedia. Vinci: "Io ci sono andato e c'era bella gente"

REGGIO EMILIA – Nuovi sviluppi nella vicenda della birreria “Divina Commedia” di Reggio Emilia, dove domani sera era in programma la festa del tesseramento di Casapound. Appuntamento poi annullato a causa delle polemiche che erano scaturite e la mobilitazione annunciata da diverse sigle del mondo antagonista e della sinistra, che avevano indetto una contromanifestazione proprio nei pressi del locale.

Su Facebook pero’ c’e’ chi sta raccogliendo adesioni per un flash mob a sostegno dell’attivita’ commerciale la cui unica colpa, si legge nella promozione di questa nuova iniziativa, “sarebbe stata quella di riservare un tavolo per dieci clienti”, ricevendo per questo una marea di “recensioni false e diffamatorie scritte e postate sui social da parte di un gruppo di persone riconducibili alla sinistra reggiana”.

L’evento e’ fissato per le 21 di domani, ma qualcuno lo ha gia’ anticipato. E’ il deputato leghista Gianluca Vinci, che via social informa: “E’ un locale storico che negli ultimi giorni e’ stato preso di mira dai centri sociali con estrema violenza per un’iniziativa democratica che doveva svolgersi al suo interno. Dicono che non ci verranno e chiedono a quelli come loro di non andarci”. Ma “io ci sono andato e c’era bella gente”, commenta Vinci, aggiungendo in replica alle recensioni negative postate negli ultimi giorni che il locale e’ “praticamente una garanzia di pulizia”.

Intanto, anche se non si ritroveranno domani sera nel pub di via Fratelli Cervi, i militanti di Casapound non hanno rinunciato al proprio incontro, che avverra’ in forma anonima in un altro luogo della citta’. Per il centro sociale Aq16, promotore del presidio antifascista poi revocato, e’ necessario quindi “non abbassare la guardia”. Per “noi- scrivono la questione e’ semplice: Casapound non puo’ muoversi liberamente per la citta’”.

Dunque “per tutti coloro che in questi giorni si sono mostrati pronti a scendere in strada dando prova di quanto sia vivo e pulsante l’antifascismo a Reggio Emilia, abbiamo deciso di mantenere comunque un momento di incontro informale”, che si svolgera’ sempre sabato, dalle 19 nella sede del “Laboratorio AQ16”.