“Pusher a piedi, onesti in auto”, bufera su Vinci

Domani la marcia da piazza Prampolini fino in stazione contro le parole del deputato leghista. La replica: "Corteo contro di me? La sinistra ha problemi"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Hanno sollevato un vespaio le parole del deputato della Lega e segretario dell’Emilia del Carroccio Gianluca Vinci che, parlando della sicurezza nella zona della stazione di Reggio Emilia, ha proposto la riapertura totale al traffico del viale d’ingresso alla struttura, eliminando la corsia preferenziale per i bus oggi esistente.

Perche’, ha detto, “lo spacciatore va a piedi o in bicicletta, la brava gente di solito usa l’automobile”. Parole che l’associazione Reggio Emilia in Comune, nata lo scorso autunno dopo un percorso partecipato in vista delle amministrative 2019, non ha preso alla leggera, organizzando per domani una “marcia della brava gente”, in partenza (alle 11.30) da piazza Prampolini con tragitto “a piedi o in bici” fino alla stazione.

“Prendendo molto seriamente le parole dell’onorevole Gianluca Vinci vogliamo guidare la riscossa della brava gente che ha a cuore la propria citta’ e l’ambiente in cui viviamo”, scrivono su Facebook gli organizzatori.

“Se il novello Trump di casa nostra ritiene l’uso della macchina ad esclusivo appannaggio della brava gente e l’andare a piedi consono a spacciatori e scippatori – scrivono -, noi gli dimostreremo che Reggio Emilia non e’ solo tangenziale e motori a scoppio, ma anche quartieri e cittadini con un forte senso civico”.

A rincarare la dose e’ il Movimento 5 stelle: “Con le sue parole ridicole Vinci mette in chiaro ancora una volta di piu’ un concetto. Il centrodestra ideato dal vate Vinci al ballottaggio con Vecchi e’ la miglior garanzia per il Pd. Non solo non hanno cultura ambientale e d’innovazione, ma manca il piu’ elementare buonsenso”, commenta la capogruppo pentastellata Alessandra Guatteri. Ma “chi andra’ al ballottaggio – assicura – sara’ il Movimento 5 Stelle”.

Vinci: “Corteo contro di me? La sinistra ha problemi”
“Domani ho l’onore di avere un corteo contro di me, all’urlo di ‘La brava gente va a piedi’. La sinistra reggiana ha dei grossi problemi e non solo di calo di consensi”. È la replica di Gianluca Vinci, deputato e segretario regionale della Lega Emilia alla manifestazione prevista per domani a Reggio Emilia in zona stazione, organizzata proprio a partire dalle dichiarazioni del parlamentare sulla sicurezza nell’area. Che Vinci pero’ puntualizza: “Ho detto che bisogna riaprire le strade chiuse ed eliminare alcune corsie preferenziali degli autobus per togliere delinquenza in zona stazione, perche’ gli spacciatori e i rapinatori vanno a piedi, la brava gente va in macchina e cosi’ potra’ tornare in quelle zone”. Chiaramente chiude l’esponente del Carroccio, “io e tanta altra brava gente non parteciperemo”.

Più informazioni su