Quantcast

Primarie Pd, Zingaretti surclassa il candidato renziano Martina

Il governatore del Lazio ottiene il 54,71% dei voti contro il 35,69 del segretario uscente sponsorizzato da Graziano Delrio. Gli iscritti crollano a quota cinquemila

REGGIO EMILIA – Nicola Zingaretti ha stravinto le primarie del Pd nella nostra provincia ottenendo 1.116 voti pari al 54,71%. Seguono Maurizio Martina con 726 voti pari al 35.69%, Roberto Giachetti 142 pari al 6.69%, Maria Saladino 22 pari al 1.08%, Dario Corallo 21 pari al 1.03%, Francesco Boccia 11 pari al 0.54%. Si è votato in 52 circoli, su 5.000 aventi diritto hanno votato 2.111 iscritti.

Un voto che fa emergere due dati interessanti. Il primo è che il candidato “renziano” Martina, fortemente sponsorizzato da Graziano Delrio, ha perso con un distacco notevole da Zingaretti e il secondo, invece, che i tesserati del Pd si sono ridotti oramai a quota 5mila.

Il segretario del Partito Democratico, Andrea Costa, ha detto ieri sera al Pigal nella conclusione della fase del congresso nazionale riservata ai circoli, rivolgendosi ai presenti: “Una democrazia in salute vive di pesi e contrappesi, la voce alternativa a quella di chi sta governando male l’Italia può e deve partire dai territori dove abbiamo un rapporto diretto con i cittadini, dove si può contrastare l’egemonia invasiva agita sui media nazionali e sui social dai due soci di governo: le elezioni di maggio sono dunque importanti per la salute stessa della democrazia perché se scompare la possibilità di una voce differente scompaiono quei contrappesi così importanti. Il Pd sia il catalizzatore delle istanze delle comunità per tradurle in progetto costruttivo e positivo. Sappiamo farlo, lo abbiamo fatto in passato, abbiamo tutte le risorse in termini di passione, intelligenza, conoscenza delle comunità per esserlo ancora”.

All’intervento di Costa è seguito quello di Massimiliano Panarari. Il politologo e saggista reggiano ha tenuto ai presenti una lezione sul riconoscere e combattere le fake news e veicolare le proposte politiche. Un tema attualissimo, che coinvolge chiunque ricopra un ruolo istituzionale o sia candidato a ricoprirlo, su cui Massimiliano Panarari ha incentrato la sua ultima fatica letteraria “Uno vale uno. Democrazia diretta ed altri miti d’oggi” edito da Marsilio.

La rassegna di iniziative del Partito Democratico reggiano inizia subito: la prossima settimana, giovedì 7 febbraio, arriverà in città l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti che proprio con Andrea Costa presenterà il suo ultimo libro Sicurezza è libertà (Chiostri del Ghiara, ore 18.30).