Perseguita la moglie: denuncia e divieto di avvicinamento

Nei guai uno stalker 36enne che continuava a minacciare e importunare la consorte di 40 anni

CASINA (Reggio Emilia) – Denuncia e divieto di avvicinamento alla moglie per uno stalker 36enne che, da tempo, perseguitava la consorte. Il provvedimento è stato notificato all’uomo ieri mattina dai carabinieri di Casina. E’ accusato di maltrattamenti in famiglia, dato che, senza alcun apparente motivo, maltrattava la moglie, una 40enne, con umiliazioni, offese e minacce, arrivando a minacciarla persino con un coltello e colpendo l’auto dove la donna si era rifugiata.

Addirittura, in un caso, aveva usato la sua auto come ariete per abbattere la recinzione dell’abitazione familiare e per entrare in casa dove la moglie si era barricata per paura. I fatti sono avvenuti fra agosto e ottobre. Poi, dopo la fine della convivenza (a fine ottobre scorso), il marito aveva minacciato e molestato la moglie mandandole numerosi messaggi WhatsApp dal contenuto offensivo e minaccioso ed era andato a casa sua provocandole un perdurante e grave stato d’ansia. Ora la denuncia e il divieto di avvicinamento.