Morto a soli 21 anni stroncato da un malore

Davide Bellimbusto era andato al pronto soccorso, nella notte fra venerdì e sabato, ma era stato dimesso "in assenza di riscontri patologici". Poi, tornato a casa, il decesso

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Un 21enne di Correggio residente a Carpi, Davide Bellimbusto, è morto ucciso da un malore nella sua abitazione. Il giovane era andato al pronto soccorso dell’ospedale Ramazzini di Carpi nella notte fra venerdì e sabato dato che aveva accusato un dolore toracico. Dopo accertamenti clinici, che non hanno ricontrato patologie, era stato dimesso intorno alle sette di mattina.

I familiari, preoccupati perché non dava notizie di sé, sono andati nella sua abitazione dove lo hanno trovato esanime. Hanno chiamato l’ambulanza che è arrivata al domicilio del giovane verso le 10, ma, purtroppo, i sanitari, nonostante ripetute manovre rianimatorie, si sono dovuti arrendere e hanno constatato il decesso di Davide Bellimbusto alle 11.30.

Sul posto, oltre ai sanitari inviati dal 118, anche i carabinieri che ora stanno indagando sulla vicenda. Il sindaco di Carpi, Alberto Bellelli ha scritto su Facebook: “E’ una tragedia immane. Penso che ora sia il momento del rispetto per il dolore indescrivibile che sta provando quella famiglia a cui come comunità ci stringiamo, in attesa che vengano svolti i dovuti rilievi e fatte le verifiche del caso nella pretesa che è di tutti i cittadini, in primis del sottoscritto, di sapere realmente cosa è accaduto”.