Luzzara, il sindaco emana un’ordinanza contro gli haters

Provocatoria iniziativa di Andrea Costa che mette al bando la cattiveria e prevede sanzioni come la visita al museo Cervi, la lettura del dizionario della lingua italiana, visite ai musei vaticani od ore di volontariato, per chi trasgredisce

Più informazioni su

LUZZARA (Reggio Emilia) – Un’ordinanza contro gli haters che prevede, fra le tante, sanzioni come la visita al museo Cervi, la lettura del dizionario della lingua italiana, visite ai musei vaticani od ore di volontariato, per chi trasgredisce. E’ la provocatoria iniziativa di Andrea Costa, sindaco di Luzzara e segretario provinciale del Pd, che, con data odierna, ha vietato “ogni esibizione di cattiveria, rancore o rabbia, sia essa perpetrata verbalmente – nei luoghi pubblici o nelle cosiddette piazze virtuali dei social -, ogni atto fisico teso a recare offesa a singoli o gruppi di persone e ogni forma di violenza”.

Una presa di posizione, quella di Costa, che vuole far riflettere sul fenomeno dell’odio in rete (e non solo), in cui si invita i cittadini a svolgere pure una funzione di vigilantes. Il primo cittadino, infatti, esorta i residenti di Luzzara e chi transita sul territorio comunale a segnalare la violazione di questo divieto mandando una mail a stopcattiveria@comune.luzzara.re.it fornendo le prove, per quanto possibile, della violazione (screenshot di pagine web, foto di messaggi pubblici, registrazioni audio e video, la testimonianza di più soggetti che accreditino la violazione).

Costa ha pensato anche alle sanzioni da comminare che consistono, in base alla gravità, nella lettura della Costituzione, di alcuni libri fra cui il dizionario della lingua italiana, “Se questo è un uomo” di Primo Levi, “Il buio oltre alla siepe” di Harper Lee e altri. Sono anche previste visioni di film come “La vita è bella” e “Philadelphia” o “Il caso Spotlight”, la visita ad alcuni luoghi fra cui l’ossario di Solferino, il campo di Fossoli e il museo Cervi.

Oppure viene comminata la visione di alcune opere fra cui la Cappella degli Scrovegni a Padova e il Gruppo del Laoconte ai musei vaticani. Altra sanzione consiste nell’assistere alla rappresentazione dell’Edipo Re, di Medea, del Sogno di una notte di mezza estate e di Sei personaggi in cerca d’autore. Infine può essere inflitto lo svolgimento di almeno 10 ore di volontariato in una delle associazioni iscritte all’albo comunale del volontariato e operanti sul territorio comunale.

Sarà interessante vedere, ora, quante segnalazioni fioccheranno e quando arriveranno le prime sanzioni.

Più informazioni su