L’appello di Unindustria agli studenti delle medie: “Scegliete una scuola tecnica”

Alle aziende reggiane servono oltre 1.000 diplomati nell'indirizzo meccatronico, 440 in quello elettronico e 190 informatici a cui si aggiungono oltre 500 laureati tra ingegneri e informatici

REGGIO EMILIA – Alle aziende di Reggio Emilia, tra i territori “a piu’ elevata specializzazione manifatturiera”, servono oltre 1.000 diplomati nell’indirizzo meccatronico, 440 in quello elettronico e 190 informatici a cui si aggiungono oltre 500 laureati tra ingegneri e informatici. Lo segnala il presidente dell’associazione provinciale degli industriali Fabio Storchi nel messaggio rivolto oggi agli studenti di terza media che entro il 31 gennaio devono decidere il loro percorso di studi.

L’invito di Unindustria e’ chiaramente quello di orientarsi su una scuola tecnica aprendosi in questo modo “una duplice opportunita’: inserirsi nel mondo del lavoro dopo il diploma, garantendosi l’indipendenza economica gia’ a 19 anni, oppure proseguire gli studi all’universita’”. I “sogni che promuoviamo sono destinati a diventare realta’- afferma Storchi- ma abbiamo bisogno di giovani, ‘digitali’, creativi e preparati, che sono e saranno i veri protagonisti della rivoluzione che nei prossimi anni trasformeranno le nostre imprese in industrie 4.0. Il futuro e’ qui”.