Quantcast

Folle inseguimento, si schianta prima del ponte di San Pellegrino

Raggiunti a piedi dai poliziotti, fermati e denunciati a piede libero tre nomadi fra i 24 e i 27 anni. Si cerca il quarto. Il conducente era senza patente

REGGIO EMILIA – Quattro ragazzi, a bordo di una Alfa 147, sono stati protagonisti di un inseguimento con la polizia, ieri pomeriggio verso le 16, che è iniziato in viale Timavo e si è concluso con uno schianto vicino al ponte di San Pellegrino. I quattro stavano eseguendo manovre pericolose con il loro mezzo su viale Timavo quando, sul posto, chiamata da alcuni conducenti, è arrivata la polizia.

Quando il conducente dell’Alfa ha visto i poliziotti è fuggito. Ne è nato un inseguimento lungo viale Umberto I, a folle velocità, in direzione Rivalta, con l’auto dei quattro ragazzi che è finita contro un cordolo, all’altezza della rotonda prima del ponte di San Pellegrino. L’impatto ha fatto esplodere un pneumatico, il conducente ha perso il controllo del mezzo e l’auto è finita contro una Kia che arrivava dalla parte opposta.

I quattro ragazzi, a quel punto, sono fuggiti dall’auto con i poliziotti che li hanno inseguiti a piedi. Gli agenti ne hanno catturati tre su quattro: sono tutti sinti italiani fra i 24 e i 27 anni. Il conducente era senza patente. Sono stati denunciati a piede libero.