Castelnovese: la salvezza passa dai piedi del fantasista Contu

La squadra griffata Donelli Avvolgibili ha ingaggiato il forte giocatore del Colorno. Calciomercato: Miftah passa alla Langhiranese. Il dirigente Giampaolo Scansani: “Per restare in Promozione serve rabbia e furore agonistico”

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Doveva essere salvezza, invece è diventata Prima, poi doveva restare Prima ma invece, col clamore della sorpresa, è diventata Promozione. La vita della Castelnovese-Meletolese di oggi non è certo facile, complice il ripescaggio lampo che ha proiettato la squadra griffata Donelli Avvolgibili da una Prima Categoria certa al più difficile e complicato campionato di Promozione. Seconda e Prima sono diverse e si assomigliano, ma tra i campionati inferiori e la Promozione e l’Eccellenza la distanza è notevole, non siderale ma certamente più consistente.

In queste ultime partite, la compagine della Bassa, non è riuscita a imporsi e a fare punti pesanti, numeri che servono come l’acqua dopo una lunga tratta a piedi. Nonostante il poco tempo utile di calciomercato il club era riuscito a coinvolgere elementi esperti, giocatori col compito di mettere mano al timone di una nave troppo giovane per navigare, fin da subito, in acque tranquille. Purtroppo, col tempo, questo manipolo di esperti non è riuscito a imporre la propria mentalità, ed oggi la squadra sembra sfiduciata, ma la salvezza è alla portata e per centrare l’obiettivo serve uno sforzo coordinato e unidirezionale da parte di tutta la rosa.

Abbiamo parlato del momento e di tutto questo con Giampaolo Scansani, storico dirigente che, in passato, ha anche ricoperto il ruolo di presidente, ruolo che oggi ricopre l’ex mediano Ennio Ruspaggiari, grande centrocampista del calcio di ieri che oggi si è calato nei panni del dirigente.

Giampaolo, questa squadra stenta a trovare quella rabbia che serve per centrare la salvezza
Nella mia lunga carriera ho visto centinaia di partite: per vincere serve qualità, tecnica, creatività. Per salvarti, invece, prima di tutto, ti serve il furore agonistico, quella forza che ti permette di arrivare per primo sul pallone…

Segui tutte le gare, e dalla tua espressione non sei certamente soddisfatto
Capisco le difficoltà dei giocatori, capisco che il campionato è certamente molto difficile, ma non vedo degli squadroni davanti a noi. A volte serve solo quella voglia di spaccare il mondo che a noi manca, il carattere viene prima di tutto.

Anche Miftah, il colpo di mercato estivo, ha scelto di ringraziare e andare altrove, alla Langhiranese
Miftah ha fatto il possibile, le responsabilità non sono sue. Abbiamo ingaggiato il giocatore perché cercavamo il leader, il giocatore d’esperienza capace di aiutare la squadra a crescere. Al ragazzo auguriamo il meglio, ci mancherebbe.

Però, dal Colorno, è arrivato l’attaccante Contu, ragazzo che ha colpi importanti
Contu ha numeri e abilità per fare bene anche in campionati più importanti, siamo felici che oggi indossi la nostra maglia e mi auguro che possa fare bene fin da subito. Al ragazzo, che è molto giovane, diamo il nostro benvenuto, certi di aver fatto la scelta giusta.

Brescello, Montecchio… Alla fine ha scelto Castelmele
Ci siamo subito trovati in sintonia, chiaro che la situazione è questa. Dobbiamo risalire la classifica, per lui sarà una bella esperienza dato che dovrà mostrare carattere. Giocare per salvarsi in Promozione non è semplice, ma sono certo che saprà farsi valere. Inoltre ha quella velocità e quella tecnica che può risultare risolutiva nei momenti chiave.

La salvezza però, è ancora alla vostra portata. Servono tre risultati utili consecutivi per vedere una classifica diversa
Io ci credo, serve solo una bella iniezione di fiducia. In questi casi, la medicina migliore è la vittoria. Alla squadra chiedo maggiore convinzione, maggiore cattiveria agonistica. Possiamo salvarci e, con calma, costruire meglio la prossima stagione, lavorando per tempo e con più scelte a disposizione.