Quantcast

Bimba morta sullo slittino, una promessa del pattinaggio

Il cordoglio dell'Unione sportiva La Torre: "Non ci sono parole per descrivere lo sgomento e il dolore che hanno colpito tutti noi"

REGGIO EMILIA – Emily Formisano, la bimba di otto anni morta in slittino ieri sulle piste del Renon a Bolzano, era, dal 2015, nella squadra di pattinaggio artistico dell’Unione sportiva La Torre. Abitava a Masone, in via Gogol 4, con la madre Renata Dyakowska, 38 anni, il padre Ciro Formisano, 43 anni e il fratello maggiore Emanuele, 15 anni.

La società ha postato un’immagine della bambina con un messaggio di cordoglio: “Ci sono notizie che non si vorrebbero mai pubblicare. Purtroppo, ieri, venerdì 4 gennaio, un tragico incidente è costato la vita alla nostra giovane atleta di pattinaggio Emili Formisano, di appena 8 anni, mentre la madre Renata è rimasta gravemente ferita: Emily era con noi già da quattro anni, il primo nel Centro di Avviamento del Mirabello e da tre nel settore agonistico. Non ci sono parole per descrivere lo sgomento e il dolore che hanno colpito tutti noi, dai dirigenti, al gruppo allenatori, passando per gli atleti. Ci possiamo solo stringere alla famiglia in questo terribile momento di lutto”.