Quantcast

Guareschi contro tutti, la mostra allo spazio Gerra

Dall'8 dicembre al 13 gennaio i luoghi e i personaggi dello scrittore parmigiano tra illustrazione, cinema e vignette

REGGIO EMILIA – Giovannino Oliviero Giuseppe Guareschi, il creatore di Don Camillo e Peppone, è stato uno dei più importanti intellettuali civili italiani del Novecento, giornalista, scrittore, vignettista satirico. Solo recentemente però il suo ruolo e la statura di intellettuale sono stati pienamente riconosciuti, in Italia come all’estero. Guareschi infatti è uno degli scrittori italiani più venduti nel mondo, nonché il più tradotto in assoluto. Uomo tutto d’un pezzo, è stato un ammirevole esempio di coerenza morale e civica, sempre pronto a battersi in difesa della dignità umana e a pagare di persona, ma furono in pochissimi a rendergli il giusto omaggio quando morì nel 1968, a soli 60 anni.

Reggio Emilia non poteva non ricordare questi anniversari. E lo fa con una mostra originale, dal titolo Guareschi contro Tutti che sarà inaugurata nello Spazio Gerra sabato 8 dicembre, alle 17 alla presenza delle autorità cittadine e di Giulio C. Cuccolini, saggista e studioso del fumetto, Davide Barzi, curatore della serie Don Camillo a Fumetti dell’editore Renoir e Roberto “Dakar” Meli, disegnatore della serie Don Camillo a fumetti.

La rassegna, che si svolgerà fino al 13 gennaio 2019, rappresenta un’occasione importante per riscoprire il valore universale e intergenerazionale di un grande Maestro ancora attuale e del suo ruolo nella cultura, non solo italiana.Ideata da Paolo Gallinari e Silvio Costa dell’Anafi (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione), insieme a Spazio Gerra e a Emil Banca, e inserita nel progetto di Destinazione Turistica Emilia di valorizzazione dei borghi nel Reggiano affacciati sul grande fiume Po, l’esposizione propone un itinerario visivo composito sull’opera di questo poliedrico Maestro.

In particolare, saranno esposti esempi della sua attività di vignettista politico (principalmente per Bertoldo 1936/1943 e Candido 1945/1957), del suo Mondo Piccolo visto sia attraverso alcuni manifesti e fotobuste cinematografiche, tratte dai classici film con Fernandel e Gino Cervi, sia attraverso tavole a fumetti dei graphic novel dedicati, recentemente pubblicati dalla casa editrice ReNoir.

Inoltre, a impreziosire il tutto, verranno presentati 25 disegni originali omaggianti Guareschi e il suo Mondo Piccolo, creati da alcuni fra i maggiori autori italiani di fumetto, tra cui Giorgio Cavazzano, Vittorio Giardino, Milo Manara, Giuseppe Palumbo, Silver. A partire da questa inedita galleria di opere dedicate, è stata realizzata una apposita pubblicazione che sarà disponibile in mostra.

Un’ultima sezione è dedicata ai luoghi di Giovannino Guareschi che rivivono nello slideshow fotografico Mondo Piccolo di Paolo Simonazzi e nell’omonimo docu-film realizzato da Alessandro Scillitani a partire proprio dal lavoro del fotografo reggiano. Si tratta di un viaggio sentimentale all’interno di un microcosmo compreso tra la riva destra del Po e la Via Emilia, fatto di paesaggi rurali, atmosfere dell’anima e personaggi stravaganti che fanno della Bassa un luogo ancora in grado di incantare per il suo sapore autentico.

Orari mostra: dal 9 dicembre 2018 al 13 gennaio 2019 – sabato, domenica e festivi ore 10-13 e 15.30-19 | martedì – venerdì ore 10-13 (25 dicembre e 1 gennaio aperto soltanto dalle ore 15.30 alle 19). Chiuso il lunedì. Ingresso gratuito.