Fabbrico, perseguita l’ex moglie: denunciato un 40enne

Stalker reggiano nei guai: i carabinieri eseguono il provvedimento disposto dal Tribunale di Reggio su richiesta della Procura reggiana

FABBRICO (Reggio Emilia) – Un 40enne di Fabbrico è stato denunciato per atti persecutori nei confronti della ex moglie e gli è stata imposta la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di residenza della donna, del divieto di avvicinamento all’abitazione e da qualunque altro luogo frequentato dall’ex consorte.

Dopo la separazione l’uomo aveva iniziato ad avere nei confronti dell’ex moglie comportamenti molesti e minacciosi che si sono interrotti dopo la denuncia della donna che poi, dato che pensava che l’ex marito si fosse ravveduto, l’aveva ritirata. Una tranquillità apparente, perché l’uomo, dal settembre scorso, ha ripreso le condotte persecutorie che sono poi sfociate anche in un episodio di violenza che ha costretto la donna a rivolgersi di nuovo ai carabinieri.

L’uomo è accusato di atti persecutori per le numerose molestie telefoniche che lo hanno visto chiamare l’ex a qualsiasi ora, per le aggressioni compiute anche davanti ai figli, per le minacce di morte che le ha scagliato contro e per il fatto che si è presentato con insistenza sotto l’abitazione della donna prendendole il cellulare per controllarne i contenuti. Accusa a cui si devono aggiungere quelle di violenza sessuale e lesioni personali aggravate relativamente a un episodio avvenuto a fine novembre quando ha teso un agguato sotto casa alla donna.

Al suo arrivo, infatti, l’ha gettata a terra trascinandola con forza dentro casa e le ha distrutto il cellulare. Un’aggressione in seguito alla quale la donna ha riportato dieci giorni di prognosi. Il suo comportamento ha causato alla 40enne reggiana un perdurante e grave stato d’ansia e di timore per la propria incolumità, tanto che è stata costretta a mutare le sue abitudini di vita.