Campogalliano-Sassuolo, il M5S: “Delrio ammette il suo colpo di mano”

Il capogruppo in consiglio comunale, Alessandra Guatt

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Sulla Campogalliano-Sassuolo Delrio ammette il vergognoso colpo di mano effettuato in data 24 maggio 2018 (quando la mattina firmò il decreto per la Campogalliano-Sassuolo, ndr) quando lui, oramai, era fuori dalla porta come ministro e Conte iniziava le consultazioni per il nuovo governo che si sarebbe insediato la settimana seguente. Se era così sicuro della sostenibilità economica del progetto della Campogalliano-Sassuolo, poteva lasciare al nuovo governo giusto ogni valutazione conclusiva. Giusto?”.

Lo scrivono la parlamentare Maria Edera Spadoni e la capogruppo in consiglio comunale del Movimento 5 Stelle. E aggiungono: “Quanto al sindaco Luca Vecchi, lo rassicuriamo. Siamo persone di buonsenso e vogliamo approvare il miglior progetto che liberi Rubiera e l’intera via Emilia dal traffico pesante. Perché ci dovremmo fidare a scatola chiusa di chi si dice ‘competente’ ed ha avallato in passato progetti fallimentari come il Park Vittoria, le convenzioni pluriennali al principe Lodetti Aliata o altri project financing affidati a cooperative oggi in fortissima crisi se non già in procedura concorsuale?”.

Scrivono la capogruppo e la parlamentare: “Ricordiamo a Delrio e Vecchi che mentono quando dicono che siamo il governo del ‘No’ che Ministro del Movimento 5 Stelle. Danilo Toninelli ha confermato finanziamenti per tangenziale Nord di Reggio, aumentato fino a 250 milioni di euro gli stanziamenti per la manutenzione ed il mantenimento dei Ponti sul Po. Ha confermato investimenti per milioni di euro per trasporti ferroviari anche in Emilia Romagna, e su Reggio Emilia ha già stanziato la scorsa settimana oltre 780mila euro per i prossimi tre anni per messa la sicurezza edifici pubblici in primis gli edifici scolastici”.

Più informazioni su