Rubiera, via Emilia chiusa per i mezzi più inquinanti

Dal 10 dicembre: lo ha deciso il sindaco Emanuele Cavallaro con un'ordinanza. Il primo cittadino scrive al ministro Toninelli: "Togliere il pedaggio per i mezzi pesanti sulla A1 da Reggio a Modena"

RUBIERA (Reggio Emilia) – Chiusura della via Emilia, a Rubiera, dal 10 dicembre per i veicoli più inquinanti. La limitazione vale sulla SS9 – denominata Viale Matteotti – dalla rotonda della Stazione alla rotonda con via Melato, dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:30 e nelle domeniche ecologiche. La limitazione si applica anche alla zona a traffico limitato del centro storico. Lo ha deciso il sindaco Emanuele Cavallaro che riporta la sua ordinanza su Facebook: “Non potranno circolare i veicoli a benzina fino ad euro 1 e diesel fino ad euro 3. In caso di 3 o più giorni consecutivi di superamento del limite giornaliero di PM10 scattano le misure emergenziali coordinate a livello regionale”.

Continua Cavallaro: “In sostanza, sono le stesse limitazioni che esistono per le città di Reggio Emilia e Modena. Se lo fanno le due città confinanti con noi, a tutela della salute dei loro cittadini, possiamo e dobbiamo farlo anche noi. Ci siamo volutamente attenuti e uniformati alle disposizioni del Piano Aria della Regione, in modo da garantire uniformità di informazione e coordinamento nelle misure”.

Tra le deroghe, uguali a quelle di città, c’è anche quella per i mezzi pesanti diretti alle aziende di Rubiera, che non hanno alternative di percorso. La viabilità alternativa per le auto è reperibile anche in loco. E’ stato lasciato libero l’accesso fino alla rotonda della Stazione per consentire di raggiungere il treno ed il capolinea degli autobus – sennò saremmo controproducenti -. Per i mezzi pesanti in attraversamento tra Reggio Emilia e Modena, è consigliabile, invece, prendere l’Autostrada A1, casello Reggio Emilia e Modena Nord in ambo i sensi.

Conclude il primo cittadino :”L’ordinanza è naturalmente sperimentale. Provvederemo a monitorarne gli effetti ed eventualmente a modificarne il profilo dandone tempestivamente comunicazione: è la prima volta che si fa. Nei giorni scorsi Arpae ha installato davanti all’Emiro il Laboratorio Mobile per il controllo della qualità dell’aria, che ci monitorerà fino a gennaio”.

Cavallaro

“Togliere il pedaggio per i mezzi pesanti sulla A1 da Reggio a Modena”
Qualche giorno fa il sindaco Cavallaro ha anche scritto al ministro Toninelli chiedendo “di togliere il pedaggio per i mezzi pesanti sulla A1 da Reggio a Modena”. Secondo il primo cittadino “una misura che ha precedenti e può dare immediati benefici in termini di inquinanti primari sul centro abitato di Rubiera. Il Comune è disponibile a mettere “sul piatto” un contributo di 10mila euro per questa iniziativa. Lo hanno fatto a Vicenza e sul Lago Maggiore”.

Aggiunge Cavallaro: “Penso che lo Stato possa muoversi su Autostrade per l’Italia: Rubiera alla A1 ha pagato parecchio. La frazione di Fontana – spaccata in due quando l’autostrada fu costruita – attende da anni la realizzazione delle barriere antirumore, su cui da mesi è calato il silenzio. Sarebbe una misura che almeno nei mesi in cui l’inquinamento è più alto darebbe immediato beneficio: almeno in attesa che i lavori per la tangenziale partano, secondo il cronoprogramma della Concessione che tutti possono leggere sul sito del Ministero. La misura sarebbe quantomai utile anche visto che dal 10 dicembre la SS9 sarà chiusa a Rubiera ai mezzi più inquinanti”.